Introduzione

Il mieloma multiplo è un cancro caratterizzato dalla proliferazione di un clone di cellule plasmatiche nel midollo osseo che induce la sovrapproduzione di immunoglobuline (anticorpi) che sottraggono spazio alle normali cellule ematopoietiche e impediscono loro di funzionare efficacemente.

I sintomi del mieloma multiplo includono: lesioni ossee, anemia, danni renali e suscettibilità alle infezioni. I pazienti lamentano comunemente dolori ossei e fratture, oltre a perdita di peso, stanchezza e reiterate infezioni(2).

L’espansione del clone plasmacellulare nel midollo osseo induce la sintesi di elevate concentrazioni della componente monoclonale (chiamata anche Proteina M) che rappresenta il marker tumorale di elezione per quanto riguarda la malattia.

tumore del sangue più comune.
Nel 20%
dei casi la malattia si sviluppa senza sintomi.

Diagnosi

L’elettroforesi sierica e urinaria e la relativa caratterizzazione immunologica rappresentano il gold standard per la diagnosi del mieloma multiplo, per monitorare la malattia e valutare la risposta del paziente al trattamento.

L’elettroforesi proteica è raccomandata dall’IMWG (International Myeloma Working Group) per lo screening di campioni di siero e urine per il rilevamento di anomalie proteiche(3).

Una volta identificata (o sospettata), la proteina monoclonale deve essere caratterizzata mediante immunofissazione o immunotipizzazione al fine di identificare il tipo di Proteina M (IgG, IgA, IgM, IgD, IgE) e la catena leggera (Kappa o Lambda) associata.

L'esperienza di Sebia

Sebia è leader mondiale nella diagnosi e nel monitoraggio del paziente con mieloma multiplo offrendo una gamma completa di soluzioni per consentire al clinico di fornire cure mediche ottimali. Garantendo risultati di alta qualità per i laboratori di tutte le dimensioni. Le soluzioni offerte da Sebia sono l’elettroforesi sierica e urinaria (SPE/UPE) per lo screening e l’identificazione (immunofissazione/ immunotipizzazione), la misurazione di FLC ed il follow up della terapia anticorpale monoclonale con i test Hydrashift.